Walter Veltroni sulle stragi

28Mag10

Intervista di Curzio Maltese

“Che cosa vuol dire, esiste il rischio di altre stragi, qui e oggi?”

“Non ho certo notizie, ma faccio un ragionamento storico. Questa entità che ha ordinato le stragi del ’92 e ’93 è la stessa che è sempre scesa in campo nelle fasi di transizione. É la stessa di piazza Fontana e di piazza della Loggia, dell’attentato alla Questura di Milano del finto anarchico Bertoli, del rapimento Moro? Se non è così, non si capisce quale potere abbia potuto mettere insieme in tutte queste storie di sangue cose in apparenza tanto distanti come l’estremismo di destra e le Br, i servizi segreti e la P2 e la banda della Magliana e forse anche pezzi di terrorismo di sinistra. Questo grumo di interessi che interviene ogni volta per orientare la storia con colpi di mano, con la violenza delle stragi, è intervenuto l’ultima volta nel ’92 e ’93, all’alba della seconda repubblica. Ora è di nuovo un momento difficile: una grave crisi finanziaria, l’esaurirsi di una fase politica, la difficoltà dei partiti e delle istituzioni”.

Annunci


No Responses Yet to “Walter Veltroni sulle stragi”

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: